EDITORIALI

L'igienista, le multiprofessionalità e il 50° Congresso Nazionale SItI

logologoCon la pubblicazione del SAVE THE DATE e l'apertura del sito internet dedicato abbiamo dato formale inizio alle procedure della 50a edizione del Congresso Nazionale della SItI che vuole rappresentare una propulsione positiva verso la trattazione di tematiche multisettoriali.
Le sfide della salute pubblica si caratterizzano ormai inevitabilmente per la loro complessità, universalità e continuità. La sostenibilità dei più elevati livelli di salute possibili non può più essere attribuita ai soli incrementi della spesa sanitaria ma passa necessariamente attraverso politiche di prevenzione e di promozione del benessere. Dal perseguimento di politiche che promuovano città sane, che da un lato garantiscano minime esposizioni ai più noti fattori di rischio e dall’altro possibilità logistiche e tessuti sociali idonei anche alle popolazioni più fragili, alla lettura e analisi di impatto delle tecnologie preventive a disposizione, alla gestione della salute anche sociale delle migrazioni, alla preparazione nell’affrontare le emergenze sanitarie. Si rendono altresì necessarie maggiori attenzioni sia alla scelta degli obiettivi strategici del servizio sanitario sia alle modalità tattiche utili al raggiungimento degli stessi: modelli organizzativi efficaci sia nella prevenzione che nella cura.
L’igienista può e deve svolgere un ruolo attivo nella trattazione di tutte queste tematiche, utilizzando le proprie competenze per promuovere politiche finalizzate e azioni concrete nonché per coinvolgere su obiettivi comuni e condivisi gli altri professionisti della salute. Le più importanti sfide di sanità pubblica verranno discusse, nelle sessioni plenarie, a tutto tondo, dando voce anche a professionisti non igienisti ma che, con gli igienisti, sono impegnati verso il raggiungimento di importanti obiettivi di salute. I workshop e le sessioni parallele affronteranno invece, nel merito, gli aspetti strettamente igienistici delle problematiche stesse, dando ampio spazio alla multiprofessionalità che caratterizza il nostro lavoro scientifico.

Roberta SIliquini

La frontiera del Triveneto: per gli anti-vax un giorno nero

logoTutto in due giorni e tutto nel Triveneto. Roberto Gava è il primo medico italiano ad essere radiato dall'Ordine per il suo proselitismo e soprattutto per i suoi comportamenti antivaccinali. Ci sarà qualche ricorso e strascico giudiziario ma il segnale sul sistema è fortissimo e crediamo possa essere di grande aiuto nella riscossa dell'immagine vaccinale offuscata per troppo tempo da teorie prive di evidenze scientifiche. In questo senso sarà di grande aiuto anche la recentissima Sentenza del Consiglio di Stato che ha legittimato la delibera del Comune di Trieste di obbligare all'esibizione del certificato vaccinale per l'ammissione all'asilo, provvedimento che non farà contenti gli antivaccinatori ma che invece rafforza mediaticamente l'utilità di vaccinazioni, soprattutto in quelle regioni che registrano cali vaccinali significativi. Sempre clamoroso, anche se di diverso tenore, il caso dell'assistente sanitaria - nostra ex socia - sospettata (ma per noi non colpevole fino all'eventuale condanna !) di avere buttato fiale di vaccini anziché somministrarle ai bambini. In attesa delle opportune indagini della magistratura le autorità regionali e i dipartimenti di prevenzione del Veneto e del FVG interessati si sono raccordati immediatamente, con coordinamento multiprofessionale, adottando le buone pratiche di sanità pubblica il che testimonia la "preparedness" del sistema. E’ un segnale forte e positivo della sanità pubblica e per la sanità pubblica del paese.

Silvio Brusaferro

Mattarella celebra il compleanno dell'ISS. Auguri

logo"Non posso non esprimere apprezzamento e augurio per l'Istituto Superiore di Sanità, che accompagna il Paese per assicurare ai nostri concittadini salute e benessere. E' un punto di riferimento per il nostro Paese, di prestigio per la comunità internazionale, guardato con rispetto anche all'estero". Queste le parole del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che ha partecipato il 21 aprile a Roma alle celebrazioni degli 83 anni dell'Istituto e all'inaugurazione del Museo di sanità pubblica. Auguri all'Istituto Superiore e al suo Presidente Walter Ricciardi da parte della SItI e degli igienisti italiani.

Carlo Signorelli

La SItI lancia un corso di leadership in sanità pubblica

logoLa notizia di apertura di questa newsletter Pasquale è un segnale di ottimismo e di attenzione per i giovani avviati a carriere di sanità pubblica nelle università, nel Servizio Sanitario Nazionale e nell'industria farmaceutica. La SItI offrirà infatti 12 borse di studio a giovani under-40 per frequentare il prossimo autunno il primo corso di Leadership in sanità pubblica organizzato dal Centro di collaborazione OMS Health Policy, Governance and Leadership in Europe coordinato dal Professor Walter Ricciardi che ha sede presso l'Università Cattolica del S. Cuore di Roma. Un segnale positivo all'indomani dei successi della sanità pubblica italiana al Congresso Mondiale di Melbourne che hanno avuto echi anche al Ministero della Salute dove il Direttore Generale della Prevenzione Ranieri Guerra ha rilasciato un'intervista a un quotidiano locale e inviato un messaggio plaudendo alle politiche della SItI anche per le generazioni future. Augurando il massimo successo a questa nuova iniziativa formativa auguriamo a tutti i nostri soci e alle loro famiglie la più serena Pasqua.

Carlo Signorelli

Sindrome NIMBY, una zavorra per le politiche ambientali

logologoIl Corriere della Sera del 7 aprile ha dato ampio spazio alla notizia che il progetto di un gasdotto con impatto ambientale praticamente pari a zero, un valore di 4 miliardi di euro già finanziati e che potrebbe migliorare l'indipendenza energetica dell'Italia è stato impugnato da un Comitato (battezzato NoTAP, Trans Adriatic Pipeline) perché prevede per la sua realizzazione l'espianto di 43 ulivi; piante che peraltro verrebbero messe a dimora ma poi ripiantate nei medesimi luoghi). Il recente provvedimento del TAR della Puglia è l'epilogo di un ricorso del Comitato NoTAP su cavilli e pareri difformi che ha seguito variegate proteste sfociate in blocchi dei TIR, striscioni e perfino gadget fatti indossare ai bambini. L'episodio descritto (che viene classificato con l'acronimo di NIMBY, not in my back yard, non nel mio cortile) ne segue altri più o meno eclatanti e più o meno strumentalizzati: emblematico il caso francese dell'opposizione alla nuova linea ad alta velocità Marsiglia-Nizza per l'interferenza dei pilastri con i campi coltivati con le essenze del famoso profumo Chanel N° 5. Questi esempi rivelano l'estrema difficoltà delle scelte di politica ambientale (anche quando sono coerenti con i principi della sostenibilità), l'incoerenza diffusa, il peso delle lobby e la burocrazia sfrenata che frena l'economia e non migliora l'ambiente . Agli aspetti scientifici (si veda l'articolo recentemente pubblicato su Epidemiology Biostatistics and Public Health) si aggiungono anche quelli folcloristici: dopo NoTav, NoTriv, NoCav si aggiunge anche il NoTap.

Carlo Signorelli

Il Congresso Mondiale di Sanità Pubblica a Roma: un grande successo della Sanità italiana

logoLa Società Italiana di Igiene, Medicina Preventiva e Sanità Pubblica (SItI), grazie soprattutto a Carlo Signorelli e Walter Ricciardi, è riuscita nell’impresa di portare a Roma il Congresso mondiale di Sanità Pubblica del 2020. L’evento, tra i maggiori in ambito globale, si inserisce anche nel complesso sistema che il nostro Paese, con la guida della Ministro Beatrice Lorenzin, sta proponendo ai nostri partner internazionali, sia nelle Agenzie delle Nazioni Unite che, soprattutto, facenti parte dell’OCSE e, per il 2017, nostro anno di presidenza, del G7.
In tale spirito, il Ministero ha appoggiato la proposta italiana per Roma 2020, che, con grande soddisfazione, ci siamo visti attribuire. A mia volta, sarò al Convegno Mondiale di Sanità Pubblica del 2017 che si tiene a Melbourne questa settimana, anche per garantire il supporto istituzionale necessario in questi casi, vista la forte competizione esistente.

Ranieri Guerra

La sfida del nuovo Piano vaccini parte con una Circolare ministeriale

logoTanto tuonò che piovve. Il Ministero della Salute ha emanato l'attesa Circolare sugli aspetti operativi per la piena e uniforme implementazione del nuovo Piano di Prevenzione Vaccinale 2017-2019 e del relativo Calendario Vaccinale. Il documento ha tenuto conto dell'impatto sui servizi del nuovo Piano, dopo l'accorata richiesta dalle Regioni che hanno ottenuto una tempistica differenziata per l’attivazione delle nuove offerte operanti tra il 2017 e il 2018. La Circolare ribadisce che il coordinamento delle attività vaccinali a livello locale è attribuito ai Dipartimenti di Prevenzione ma sottolinea anche, a chiare note, la crescente importanza della medicina di famiglia e della pediatria di libera scelta nella promozione delle vaccinazioni, in attesa della definizione di un impegno più attivo. Alcuni obiettivi di copertura previsti risultano difficilmente raggiungibili nei tempi previsti, ma l'importante in questa fase è crederci ed impegnarsi tutti.

Carlo Signorelli

La legge su sicurezza e responsabilità firmata da un igienista

logoL’approvazione definitiva della legge sulla Responsabilità professionale sanitaria e sulla prevenzione e sicurezza delle cure da parte del Parlamento rappresenta un importante passo in avanti per il nostro sistema sanitario nella direzione della riduzione degli sprechi e del miglioramento dell'appropriatezza delle prestazioni e della garanzia di una maggiore sostenibilità del sistema. In una chiave di lettura più igienistica, la legge rappresenta un rilevante avanzamento culturale sulla delicata questione del risk management nelle strutture sanitarie, tema in cui molti di noi sono coinvolti a vario titolo e per differenti attività (ICA, antimicrobicoresistenza, errori sanitari, qualità, ecc). Ma una menzione d'onore la merita chi ha seguito passo per passo e con grande caparbietà l'iter parlamentare di un provvedimento discusso in almeno quattro legislature (ricordiamo i primi DDL di Antonio Tomassini). A Federico Gelli (che ha dato il nome alla legge) le più vive congratulazioni della SItI come Onorevole e referente per la sanità del PD ma anche - consentitecelo - come medico specializzato in Igiene e Direttore sanitario in Toscana. In allegato il testo approvato e un primo commento di Claudio Garbelli, Presidente della SItI-Lombardia, che evidenzia il nuovo ruolo dello specialista in igiene e della direzione sanitaria.

Carlo Signorelli

ISS: a Walter Ricciardi riesce l'impresa impossibile

logoL'approvazione definitiva da parte del Parlamento del Decreto Milleproroghe porta con sé la stabilizzazione di oltre la metà dei precari storici dell'Istituto Superiore di Sanità (ISS), professionisti che lavorano nell'Ente in vari casi da 10-15 anni, spesso responsabili di servizi strategici per il ruolo di supporto tecnico che l'Istituto riveste per il nostro Servizio Sanitario e per le attività di ricerca nel settore bio-medico. Grazie alla determinazione del Ministro Beatrice Lorenzin, e del Presidente dell'ISS Walter Ricciardi, Professore di Igiene all'Università Cattolica del S. Cuore, riesce una difficile e delicata operazione politica che ai loro predecessori era sempre sfuggita. Complimenti dalla SItI e buon lavoro per l'ambizioso obiettivo di raggiungere i numeri del "Pasteur" di Parigi.

Carlo Signorelli

Il Piano Vaccini è in Gazzetta. Ma ora serve un'offerta vaccinale diffusa

logoIl Piano vaccini è in Gazzetta. Ma oltre all'offerta attiva e gratuita di tutti i nuovi vaccini, ormai deliberata, deve ora realizzarsi sul campo uno sforzo corale che porti ad un'offerta vaccinale diffusa, che sia uniforme, capillare e senza smagliature. In assenza di questa fondamentale strategia il Piano Nazionale Prevenzione Vaccinale 2017-19 - pubblicato sulla Gazzetta ufficiale n.41 del 18 febbraio 2017 - non solo fallirà gli obiettivi ma passerà alla storia della sanità pubblica italiana come uno dei più grandi incompiuti. Il PNPV è da oggi efficace in tutte le regioni italiane, è uno dei più avanzati e aggiornati del mondo, ha visto una collaborazione senza precedenti del mondo scientifico, che ha portato ai tavoli istituzionali le evidenze più recenti e contribuito a far crescere attorno a sé un consenso politico senza precedenti. Ma ciò non basta. Da domani inizia un lavoro che parte dai buoni auspici di un documento intersocietario ma anche dall'ultimo rilievo delle coperture per anti-HPV che segna l'ennesimo crollo delle adesioni, soprattutto in alcune regioni del sud. Buon lavoro a chi di noi sarà impegnato in questa sfida, nelle rispettive competenze e funzioni.

Carlo Signorelli

S.It.I. - Società Italiana di Igiene

Segreteria nazionale:
Viale Città d'Europa 74 - 00144 Roma
Tel e Fax: 06-5203492
E-mail: sitinazionale@tiscali.it