Tutti d'accordo: nel 2017 abbiamo l'occasione per rilanciare la prevenzione

In vista dell'auspicabile imminente pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dei nuovi LEA continua il dibattito per il livello della Prevenzione Collettiva e della Sanità Pubblica (denominato Assistenza Sanitaria Collettiva in ambiente di vita e di lavoro nella precedente versione). Sul numero 22 di IOL avevamo segnalato una nota di Carlo Signorelli pubblicata su Il Sole 24 Ore Sanità e una serie di commenti di diversi operatori della SItI. Più recentemente registriamo un parere di SNOP a firma di Lalla Bodini e Giorgio Di Leone secondo i quali i nuovi LEA sono “un buon punto di partenza per la modernizzazione della prevenzione, imponendo una forte programmazione condivisa, l’innovazione nei metodi e nella comunicazione". "L’interdisciplinarietà è un requisito per il miglioramento di tutte le funzioni-strumenti operativi" secondo Luigi Salizzato mentre per Paolo D'Argenio "Il punto di forza è il fatto che si tiene conto dell'evoluzione delle conoscenze scientifiche collocando all’interno dei LEA quei fenomeni, e le relative aree di intervento, che stanno assumendo una rilevanza maggiore in termini di dimensione e impatto sanitario, sociale ed economico". Secondo Pietro Imbrogno dell ATS di Bergamo "il problema saranno le risorse messe a disposizione". Dalle precedenti 7 aree si è passati a 8 (vedi tabella di confronto).

WFPHA: in finale Roma e Liverpool. Lettera di sostegno della Raggi

Entro gennaio si conoscerà l'esito della procedura di selezione delle candidature per ospitare il Congresso Mondiale di Sanità Pubblica (World Federation of Public Health Associations, WFPHA) del 2020. Come già comunicato, le candidature sono quattro ma indiscrezioni danno nella "short list" le due sedi europee: Roma (con la proposta presentata dalla SItI, col supporto di EUPHA) e Liverpool. Le altre due candidature sono Johannesburg e Pechino, presentate dalle rispettive associazioni nazionali di sanità pubblica. In appoggio alla candidatura di Roma è pervenuta anche una lettera del Sindaco Virginia Raggi.

L'Emilia-Romagna anticipa il nuovo calendario e stabilisce le regole per gli obblighi nei nidi

La Direzione Generale Cura della persona, salute e welfare della Regione Emilia-Romagna ha anticipato l'entrata in vigore del nuovo calendario vaccinale per l'anno 2017 ed emanato, con la DGR del 21 dicembre, le procedure di assolvimento da parte del bambino degli obblighi vaccinali ai fini dell'accesso ai Servizi Educativi e Ricreativi per la prima infanzia pubblici e privati dopo l'approvazione della nota Legge Regionale. Nel 2017 verranno introdotte in tutta la Regione le vaccinazioni universali contro il meningococco B, la varicella e lo pneumococco nei 65enni mentre per il rotavirus si inizierà con i neonati a rischio. Nel 2018 verranno introdotte tutte le altre offerte previste dal Piano Nazionale di Prevenzione Vaccinale di prossima emanazione.

"No vaccino, no nido". Passa la legge dell'Emilia Romagna

L’Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna ha approvato il 22 novembre il progetto di legge regionale sui servizi educativi per la prima infanzia. Esso prevede all'articolo 6 come "requisito di accesso ai servizi educativi e ricreativi pubblici e privati, l’avere assolto da parte del minore gli obblighi vaccinali prescritti dalla normativa vigente; ai fini dell’accesso la vaccinazione deve essere omessa o differita solo in caso di accertati pericoli concreti per la salute del minore in relazione a specifiche condizioni cliniche”. Il nuovo provvedimento prenderà il via effettivo il prossimo anno scolastico e nei mesi precedenti verranno organizzate iniziative formative per preparare il personale all'impatto coi genitori. Il Ministro della salute Beatrice Lorenzin plaude all’iniziativa come una “decisione coraggiosa nell’interesse della salute pubblica e di tutta la sua popolazione”.

Approvate in Veneto le linee guida per gli screening oncologici

Segnaliamo la recentissima DGR del Veneto che contiene importanti indicazioni circa l'assetto organizzativo regionale e aziendale dei programmi di screening oncologico. La delibera conferma Sandro Cinquetti (nella foto) quale responsabile del Coordinamento Regionale Screening Oncologici della Regione Veneto e prevede che in ogni Dipartimento di Prevenzione sia attiva una Segreteria Organizzativa dei Programmi di Screening Oncologici, con "personale dedicato appositamente formato" considerando l'Assistente Sanitario "figura elettiva ... in grado di sostenere l'attuazione concreta di questa linea operativa...". "Credo che questo importante provvedimento - sottolinea Cinquetti - con gli opportuni adattamenti, potrebbe essere riprodotto nelle molte regioni che purtroppo non hanno ancora adeguatamente implementato questi LEA. E a tale proposito, confermo ogni disponibilità collaborativa in ambito societario".

Approvato il Curriculum Igienistico del SSD MED/42

Nel corso dell'Assemblea generale del Collegio dei Docenti Universitari di discipline igienistiche della SItI, svoltasi a Napoli il 18 novembre, è stata approvato all'unanimità il Curriculum Igienistico del Settore Scientifico Disciplinare MED/42. Dopo una circostanziata istruttoria e un'ampia discussione si è giunti a un testo unanimemente condiviso e rispettoso delle diverse anime della disciplina.

Convocazione dell'Assemblea dei soci il 19 novembre a Napoli

L'Assemblea generale dei soci SItI è convocata sabato 19 novembre alle ore 10:00 in prima convocazione e alle ore 11:00 in seconda convocazione (Sala Galatea, Centro Congressi della Stazione Marittima) con all'ordine del giorno l'insediamento del nuovo Presidente, l'approvazione dei bilanci societari nonché varie ed eventuali. Tutte le altre informazioni e i programmi del Congresso sono disponibili sul sito congressuale www.siti2016.eu.

Ecco le riunioni programmate durante il Congresso di Napoli

Oltre all'Assemblea generale dei soci, durante il 49° Congresso Nazionale SItI di Napoli si terranno le seguenti riunioni di Organi collegiali:
- Assemblea Collegio Operatori: venerdì 18 ore 16:00 (Sala Galatea)
- Assemblea Collegio Docenti universitari: venerdì 18 ore 16:00 (Sala Dione)
- Consulta specializzandi: venerdì 18 ore 16:00 (Sala Calipso)
- Consulta professioni sanitarie: venerdì 18 ore 16:00 (Sala Elettra)
- Consiglio delle Sezioni Regionali: venerdì 18 ore 17.30 (Sala Galatea)
Nel programma congressuale sono state inserite anche le riunioni di quasi tutti i Gruppi di lavoro della SItI che verranno rinnovati dalla nuova Giunta Esecutiva.

Natasha Muscat nuovo Presidente EUPHA. Carlo Signorelli Tesoriere

Cambio delle cariche in seno alla European Public Health Association. Al posto di Martin McKee (notissimo professore ed esperto di sanità pubblica della London School of Hygiene & Tropical Medicine) subentra Natasha Muscat Azzoppardi, professore di Sanità Pubblica all'Università di Malta e primo presidente donna dell'Associazione. Carlo Signorelli è stato nominato per acclamazione Tesoriere di EUPHA mentre Nicola Nante continuerà a far parte del Governing Board e Walter Ricciardi del Comitato Scientifico.

Ferro: ecco il razionale per la sospensione dell'obbligo vaccinale in Veneto

Antonio Ferro (nella foto), Presidente della Sezione Triveneto della SItI, ha ritenuto opportuni alcuni chiarimenti sulla legge relativa alla sospensione dell’obbligo vaccinale della Regione Veneto essendo stato uno degli estensori che ne ha seguito l’iter amministrativo con l’avvocatura regionale mentre dirigeva il Servizio di Sanità Pubblica del Veneto. "Mi sembra che molti commentatori - sostiene Ferro - esprimano opinioni e giudizi affrettati senza conoscere le cornici del tema e perdendo di vista che la normativa riguarda 4 vaccini a fronte degli 11 attualmente offerti dal calendario"... Leggi tutto il contributo.

S.It.I. - Società Italiana di Igiene, MEDICINA PREVENTIVA E SANITA' PUBBLICA

Segreteria nazionale:
Viale Città d'Europa 74 - 00144 Roma
E-mail: sitinazionale@tiscali.it
Tel e Fax: 06-5203492

Informativa privacy