Due casi che fanno riflettere anche gli esperti di sanità pubblica

La tragica scomparsa del campione Michele Scarponi ripropone all'attenzione dell'opinione pubblica il problema della sicurezza dei ciclisti e (indirettamente) della grande promozione che viene fatta per l'utilizzo del biciclo non solo per lo sport ma anche come mezzo di trasporto alternativo e sostenibile. I dati epidemiologici sono preoccupanti: 251 ciclisti morti nel 2015 (che corrispondono al 17% di tutti i morti per incidenti stradali di cui 161 all'interno delle aree urbane) con un incremento del 18% nell'ultimo anno e una mortalità doppia rispetto ai veicoli a motore. Riuscirà la nuova legge in discussione a contenere il problema considerando lo stato delle nostre strade e l'indisciplina di molti automobilisti ? E arriverà il casco obbligatorio ?
L'altro caso riapre il tema di sanità e giustizia. Il tribunale di Ivrea ha sancito per la prima volta che esiste un rapporto causale tra l'uso del telefonino e i tumori, fatto mai provato dalla letteratura scientifica. E lo ha fatto sulla base della perizia del noto epidemiologo Paolo Crosignani che avrebbe affermato che il neurinoma in questione è stato provocato da un uso prolungato del telefono cellulare. Nel giorno della sentenza del Consiglio di Stato sulla legittimità degli obblighi vaccinali negli asili ci tornano alla mente le numerose sentenze dei tribunali che avevano erroneamente associato l'insorgenza dell'autismo all'uso di vaccini per l'infanzia. Ma in questo caso stiamo parlando di 5 miliardi di esposti nel mondo e 45 milioni solo in Italia.

Vaccini, sezione anti-fake news sul sito del Ministero della Salute

Dai primi di maggio sarà disponibile sul sito del Ministero della Salute un servizio ai cittadini contro le 'fake news' in ambito vaccinale. Il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha infatti dato il via ad un progetto di sintesi, traduzione in italiano e in termini comprensibili alla popolazione, dei più interessanti lavori scientifici sui vaccini pubblicati sulle riviste più accreditate. Si pone quindi in essere la possibilità per tutti di valutare direttamente le fonti scientifiche senza intermediari. I medici della Scuola di Specializzazione in Igiene di Torino, diretti da Roberta Siliquini (nella foto), parteciperanno a questa prima fase sperimentale. La SItI ringrazia il Ministro per questo ulteriore atto di attenzione verso la prevenzione e la responsabilizzazione collettiva.

Report "scivola" sugli effetti avversi dell'anti-HPV

"I 23 minuti di trasmissione sul vaccino anti-HPV sono stati terrorizzanti per qualunque genitore in procinto di sottoporre i propri figli ad una misura di prevenzione fondamentale per la loro salute futura". Questo uno stralcio di un duro comunicato che la SItI ha sottoscritto assieme alle associazioni scientifiche del Calendario per la Vita all'indomani della trasmissione del 17 aprile che conteneva un ampio servizio sui presunti (e non dimostrati) effetti collaterali dei vaccini anti-HPV. Reazioni indignate sono venute dal Ministro della Salute, dal Presidente dell'ISS, dal mondo scientifico e da quasi tutto il mondo politico.

Abstract per la Conferenza di Stoccolma: scadenza 1 maggio

Come ogni anno scade il prossimo 1 maggio il termine per l'invio di abstract per la 10a Conferenza Europea di Sanità Pubblica (EPH Conference) che si svolgerà a Stoccolma dal 1 al 4 novembre 2016 organizzata dall'Associazione Europea di Sanità Pubblica (EUPHA). Gli autori possono richiedere presentazioni orali, pitch presentations (breve presentazione) o poster. Prevista anche una sessione giovani. Sulla Conferenza di Stoccolma vedi l'annuncio preliminare.

Aperte le iscrizioni al Mondiale della Legionella: sconto per i soci SItI

Il Convegno Internazionale Legionella 2017 si terrà a Roma dal 26 al 30 settembre coordinato da Maria Luisa Ricci dell’ISS e da Paola Borella (nella foto), Ordinario di Igiene a Modena. Gli organizzatori hanno deciso di favorire la presenza italiana offrendo la traduzione simultanea dall’inglese e uno sconto del 20% per i soci SItI qualora il numero dei partecipanti iscritti alla società raggiunga la quota di 50. Il convegno affronterà nelle diverse giornate le tematiche di maggior rilevanza: la genetica e la biodiversità del genere Legionella, la biologia intracellulare, i rapporti con gli ospiti, l’ecologia ambientale, il trend epidemiologico, gli aspetti clinici della Malattia dei Legionari, i metodi di diagnosi e di isolamento, i sistemi di sorveglianza, le linee guida nazionali e internazionali, gli sviluppi futuri della ricerca con un focus speciale sulla prevenzione e sui sistemi di disinfezione. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito dedicato.

Operatori sanitari: pochi si vaccinano. E Gelli saluta gli igienisti

Un sanitario su tre non crede ai vaccini e ne teme gli effetti collaterali. I risultati di una survey on line presentati a Pisa nell'ambito della Conferenza nazionale “Medice, cura te ipsum” organizzata il 27 e 28 marzo dalla Società italiana multidisciplinare per la prevenzione delle infezioni nelle organizzazioni sanitarie (SIMPIOS), con il patrocinio della SItI indicano che solo il 31,4% dei 2.250 operatori che hanno risposto al questionario si sono sottoposti alla vaccinazione antinfluenzale nella stagione appena conclusa. Inoltre, il 44% ritiene basso il proprio rischio di contrarre una malattia prevenibile con vaccino. Un tema ricorrente discusso nella due giorni pisana con relatori e moderatori di alto livello e l'intervento dell’Onorevole Federico Gelli. Dalla Conferenza il lancio della Carta di Pisa delle Vaccinazioni negli Operatori Sanitari, un documento di consenso da parte di SItI, SIMPIOS, SIMLII e le società scientifiche che hanno patrocinato l'evento. (a cura di P. Lopalco)

Il GISIO si riunisce al Ministero. I complimenti di Maraglino

Il 16 marzo, presso la sede del Ministero della Salute, si è riunito il Gruppo di lavoro GISIO per la prima riunione del biennio alla presenza di molti componenti e con alcuni collegati in videoconferenza, accolti dal Direttore dell’Ufficio V - Prevenzione delle malattie trasmissibili e profilassi internazionale, Francesco Maraglino che ha espresso l’apprezzamento per il lavoro del GISIO evidenziandone l’attività nota e importante su temi strategici sui quali il Ministero è molto attivo. Dopo il passaggio delle consegne tra Cesira Pasquarella e Antonella Agodi (nella foto), i ringraziamenti al Presidente SItI e alla Giunta nazionale, nonché al Direttore di Igienisti on-line, la riunione è stata condotta congiuntamente dal nuovo Coordinatore e dai past Coordinatori Mura e Pasquarella. Il programma del GISIO, articolato in quattro punti principali, è stato oggetto di intenso dibattito, dal Progetto SPIN-UTI 2016-2017, al Progetto “Choosing wisely-Igiene ospedaliera”, in collaborazione con ANMDO, dal Piano Nazionale di Contrasto all’Antimicrobico-Resistenza (PNCAR) 2017-2020, Ministero della Salute alle collaborazioni intra- ed inter-societarie. Stefania Iannazzo e Paolo D’Ancona, esperti del GISIO, hanno sottolineato l’intensa collaborazione del Ministero con le società scientifiche coinvolte nella stesura del PNCAR, e il ruolo fondamentale del GISIO, anche a seguito dei consigli scaturiti dalla country visit dell’ECDC nel gennaio scorso.

Il GISIO rilancia la sfida creativa sull'igiene delle mani

Facendo seguito al successo dello scorso anno, che ha visto vincitori della Sfida nazionale gli studenti dell'Università di Bari, anche quest'anno il GISIO ha lanciato la sfida creativa sul tema dell'Igiene delle mani, finalizzata a promuovere la realizzazione, da parte degli studenti universitari, di messaggi efficaci sul tema “Clean Care is Safer Care”. L’iniziativa è indirizzata agli studenti dei Corsi di Laurea in Medicina, Odontoiatria e delle Professioni sanitarie. Gli studenti partecipanti potranno lavorare singolarmente o in gruppo, e produrre manifesti, locandine, video, o altro materiale di promozione della pratica dell'igiene delle mani. I lavori verranno giudicati in base alla correttezza del messaggio, impegno produttivo, qualità grafica, originalità, potenziale impatto sui destinatari e utilizzabilità per una campagna. Ciascuna sede premierà il vincitore in occasione della Giornata Mondiale per l'Igiene delle mani del 5 maggio. I vincitori a livello locale parteciperanno alla Sfida nazionale, la cui premiazione si svolgerà durante il 50° Congresso SItI di novembre.
Faranno parte delle commissioni i rappresentanti del SISM (Segretariato Italiano Studenti Medicina), membro effettivo dell’ IFMSA (International Federation of Medical Students’ Associations), riconosciuta come Associazione Non Governativa presso le Nazioni Unite. Hanno già aderito le sedi di Bari, Catania, Chieti, Messina, Milano, Napoli Federico II, Parma, Pavia, Roma Cattolica, Roma Tor Vergata (sede Albania) e Sassari, ma le adesioni sono ancora aperte. L’invito è stato diffuso dal Presidente del Collegio dei docenti della SItI Roberta Siliquini, a tutti i Colleghi, che possono contattare Francesco Auxilia (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) e Antonella Agodi (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) per informazioni e adesioni.

In aumento i casi di morbillo. Francia: "basta pregiudizi antiscientifici"

Nelle prime settimane del 2017 sono stati registrati in Italia quasi gli stessi casi di morbillo di tutto l'anno 2016. A fronte degli 884 segnalati lo scorso anno, da gennaio a oggi ne sono stati notificati più di 700 con un preoccupante aumento di oltre il 230%, che il Ministero della Salute attribuisce in gran parte al numero crescente di genitori che rifiutano la vaccinazione. La SItI, con l'intervento del Presidente Fausto Francia, ha espresso viva preoccupazione in merito ai dati diffusi di recrudescenza di morbillo in Italia. "Siamo stati purtroppo facili profeti - ha affermato Francia - quando abbiamo previsto la possibilità di un aumento dei casi di morbillo nel nostro Paese a fronte del calo delle vaccinazioni raccomandate. In varie aree del paese si è ben al di sotto del 90% di copertura e questo fenomeno non assicura più la protezione di gregge della popolazione. Il morbillo è una malattia non banale che può dare alcune temibili complicazioni, ma la nostra ulteriore preoccupazione è orientata al calo, sotto il 95%, dell'adesione alle vaccinazioni obbligatorie. Dobbiamo scongiurare il fatto che, sulla base di pregiudizi antiscientifici, possano riaffiorare malattie temibili come la poliomielite o la difterite assenti da decenni nel nostro Paese." In allegato la rassegna stampa e un ulteriore intervento di Francia e dell’Assessore Regionale alla Sanità dell’Emilia Romagna Sergio Venturi sulla vaccinazione del personale sanitario.

SItI favorevole ai nuovi obblighi estesi a tutti i vaccini. "Ma non basta"

Il 16 marzo si sono svolte in Regione Toscana le consultazioni per la proposta di Legge n. 164 sull’obbligatorietà delle vaccinazioni incluse nel PNPV per l’iscrizione agli Asili Nido e alle Scuole Materne. La SItI regionale ha partecipato al dibattito predisponendo un documento che ribadisce come la situazione attuale, con il preoccupante trend negativo delle coperture e l’epidemia di morbillo in corso, renda giustificata l’adozione di questo provvedimento, per tutti i vaccini inclusi nel Piano, a differenza di quanto fatto da altre Regioni. D’altra parte, la SItI ha sottolineato che a questa iniziativa dovranno essere affiancati altri interventi, quali la predisposizione di una completa strategia formativa, informativa e comunicativa  per combattere la disinformazione e le preoccupazioni del pubblico sui vaccini, il rafforzamento dei Dipartimenti di Prevenzione e delle reti territoriali per l’erogazione dei servizi vaccinali e la responsabilizzazione di tutto il personale sanitario nei confronti della profilassi vaccinale. Su questo tema ricordiamo che a Pisa si terrà, il 27 e 28 marzo, il convegno “Medice cura te ipsum: le vaccinazioni negli operatori sanitari” organizzato da SIMPIOS in collaborazione con SItI, SIMLI, altre società scientifiche e associazioni di categoria. (a cura di A.L. Carducci)

S.It.I. - Società Italiana di Igiene, MEDICINA PREVENTIVA E SANITA' PUBBLICA

Segreteria nazionale:
Viale Città d'Europa 74 - 00144 Roma
E-mail: sitinazionale@tiscali.it
Tel e Fax: 06-5203492

Informativa privacy