Nella linee guida UE sulle AMR c'è anche un apporto italiano

  • Stampa

La resistenza agli antimicrobici e l’uso eccessivo o inappropriato degli agenti antimicrobici costituiscono una priorità per la Commissione Europea, che ha dato mandato all’European Centre for Disease Prevention and Control (ECDC) di elaborare una bozza di linee guida europee sull'uso prudente degli antimicrobici in medicina umana. Pertanto, il 26 luglio scorso è stato pubblicato il documento tecnico dal titolo “Proposals for draft EU guidelines on the prudent use of antimicrobials in human medicinesul sito dell’ECDC. Tra gli Autori che hanno contribuito alla stesura di tale proposta figura la dottoressa Annalisa Quattrocchi (nella foto), membro del GISIO della SItI, assegnista di ricerca del gruppo della professoressa Antonella Agodi, Università degli Studi di Catania, attualmente research trainee all’ECDC di Stoccolma, presso l’Office of the Chief Scientist, nell’ambito dell’Antimicrobial Resistance and Healthcare-Associated Infections (ARHAI) Disease programme. Per la definizione di tale documento l'ECDC ha lanciato una consultazione pubblica, aperta fino al 5 di settembre, per raccogliere i commenti da parte della comunità scientifica e delle parti interessate.