I commenti di Lorenzin, Rezza, Conversano e Bonanni sulla perizia di Trani

  • Stampa

Si ipotizzava il reato di lesioni personali gravissime a carico di ignoti. "Sono felice che finalmente la procura di Trani abbia preso atto di ciò che la comunità scientifica internazionale ripete da anni" ha commentato il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin mentre Gianni Rezza, dirigente dell'ISS e consulente tecnico a Trani ha tenuto a precisare che "Non esiste un test del sangue in grado di valutare il rischio di effetti collaterali legati alle vaccinazioni. Temo che si tratti di un refuso del rapporto, perché io avevo chiesto di togliere qualsiasi riferimento ai test semplicemente perché non esistono". "Apprezziamo la conclusione sulla esclusione di rapporto vaccini-autismo - sottolinea il Past-President della SItI Michele Conversano - e condividiamo che ci debba essere la massima partecipazione ed informazione per i genitori; su questi "Pseudo test" pre-vaccinali si è sviluppato un fiorente commercio speculativo e non è vero che i test non si fanno perché costerebbero assai ma perché mancano totalmente prove scientifiche della loro utilità". Paolo Bonanni, Coordinatore del Gruppo Vaccini della SItI commenta che "purtroppo nel momento in cui sembra che abbia vinto la scienza (MPR e autismo non sono correlati, l'ennesima conferma di quanto diciamo da sempre) fanno sorgere una assurda controversia sui test pre-vaccinali; in realtà ha vinto ancora una parte ben conosciuta e, purtroppo, non c’è smentita che tenga".