"Nessuna evidenza per sospendere l'offerta universale"

Una nota scientifica firmata da Paolo Bonanni e Carlo Signorelli e pubblicata sul n. 5/2015 di Igiene e Sanità Pubblica ha analizzato gli effetti collaterali gravi del vaccino anti-rotavirus con particolare riguardo all'invaginazione intestinale, anche alla luce delle ragioni che hanno indotto le autorità sanitarie francesi alla sospensione, nell'aprile 2015, delle campagne vaccinali e che hanno suscitato anche in Italia qualche perplessità. Considerando le evidenze scientifiche attuali e gli orientamenti motivati di altri paesi europei nonchè gli indicatori sull'andamento dell'infezione nel nostro Paese, gli autori concludono che non vi sono, al momento, ragioni per interrompere le offerte vaccinali universali nell'infanzia del vaccino anti-rotavirus (incluse anche nella bozza del nuovo PNPV) che mostra un profilo beneficio-rischio favorevole ed è caratterizzato da un ottimo profilo costo-efficacia.

S.It.I. - Società Italiana di Igiene, MEDICINA PREVENTIVA E SANITA' PUBBLICA

Segreteria nazionale:
Viale Città d'Europa 74 - 00144 Roma
E-mail: sitinazionale@tiscali.it
Tel e Fax: 06-5203492

Informativa privacy